titolo

Kitchening

lunedì 15 giugno 2015

Hamburger salmone, crema di avocado, cipolle marinate e maionese al lime


Più passa il tempo e più mi convinco che l'MTC è l'Università della Cucina. Corsi completi, approfonditi, corredati di "masters" in ogni disciplina, con interventi di esperti del settore e dispense a tema (i meravigliosi e utilissimi Tips&Tricks). Quasi 50 argomenti, ognuno studiato, analizzato, sviscerato, rivoltato come un calzino, testato e ovviamente anche assaggiato, fino a non avere più segreti e anzi, sviluppato e arricchito con creazioni originali e inaspettate. Sono troppo onorata di far parte di questo gruppo, dal quale attingo voracemente e poco do in cambio, un po' per il poco tempo, un po' per la mia mancanza di creatività, un po' per la mia imbranataggine verso tutto ciò che riguarda i pc - a malapena so copiare un link e inserire una foto, (e queste ultime non nell'ordine che vorrei, sigh!), non so neanche mettere il banner dell'MTC Member, e ci terrei moltissimo, non so partecipare al tema del mese, le foto su Instagram non le metto perché me ne scordo, e via andare. Spesso mi chiedo fin quando continuerò a poter godere di questo illustre consesso: finché non verrò cacciata per manifesta inferiorità,  io mi stringo forte a tutti i suoi membri e spero in un prossimo futuro di riuscire ad abbattere le barriere informatiche che m'impediscono di godere appieno di tutto questo bendiddio.
Per il tema di questo mese, scelto dalla nostra bella Arianna ho scelto un hamburger che sa d'estate, con i sapori e i profumi un po' tropicali del lime e dell'avocado, accompagnati da una cipolla appena scottata in acqua e aceto, quindi quasi dolce, e da un salmone insaporito con erba cipollina, il tutto condito con una maionese al lime fatta con questa infallibile ricetta. Il risultato mi è piaciuto assai, ancora di più è piaciuto al marito, che scendendo in cucina dal piano di sopra alle 13.30 in punto dopo aver lavorato alle finestre sul tetto, ha esordito con un "che si mangia?". Per l'appunto il panino, appena finito e immortalato, si stagliava sul tavolo da pranzo come una visione, oscurando con la sua golosità il caos che regnava tutt'intorno. "Questo, se ti va!". Piacevolmente sorpreso e grato, il marito spalancava gli occhi e la bocca e si avventava sul panino, trangugiando e mugolando al contempo. Ha detto che era molto buono, bontà sua.
Ed ecco la ricetta:

Per i buns:

250 grammi di farina multicereali manitoba QB
250 grammi di farina 0
260 grammi di latte intero
50 gr. di burro
una bustina di lievito secco
5 grammi di sale
10 grammi di zucchero
semi di sesamo nero

La dose di Arianna era la metà, quindi io ho sbagliato, ma meno male!!!!! I panini sono venuti così buoni che sono spariti in una giornata, e ora devo rifarli perché tra l'altro mi hanno regalato due marmellate una più buona dell'altra, e questi panini sembrano fatti apposta per accompagnarle. Ho impastato tutto nella planetaria, poi ho fatto una bella palla liscia che ho messo a lievitare per due ore:




Se questi panini li avessi conosciuti quando avevo le bimbe piccole, quanto avrei risparmiato di fornaio in occasione delle festicciole di compleanno! Invece di spendere quaranta euro di "duchesse", le avrei fatte da me spendendone due e sarebbero state ancora più buone!
Detto questo, trascorse le due ore, ho piegato l'impasto come spiegato da Arianna, e ho fatto lievitare ancora un'oretta (faceva un caldo tropicale, quindi lievitava che era una bellezza).



Poi ho fatto i panini, me ne sono venuti sette belli grandi, che ho messo a lievitare ancora, coperti, per circa mezz'ora. Li ho spennellati con l'uovo diluito col latte e li ho cosparsi con i semi di sesamo nero, quindi li ho infornati a 180° per venti minuti esatti.

Per le cipolle marinate:

tagliare ad anelli una cipolla di Tropea e sbollentarla per due minuti in acqua e aceto, finché non diventa di un bel colore fucsia. Scolare gli anelli su carta da cucina e mettere da parte.

Per la crema di avocado:

1 avocado maturo frullato, sale e pepe. Tutto qui

Per la maionese:

questa ricetta qui, ma invece del limone ho usato il succo di due lime (ci vuole la "s" per il plurale?)

Per il ripieno:

150 grammi di salmone
erba cipollina
sale e pepe

Tagliare al coltello il salmone, condirlo con sale e pepe massaggiando con le mani, unire l'erba cipollina tagliata a pezzettini piccoli:


Dare la forma circolare al trito di salmone direttamente sulla piastra, accendere il fuoco sotto e cuocere circa cinque minuti, perché si compatti bene, poi voltare l'hamburger delicatamente dall'altra parte e far cuocere due minuti.

Per il contorno:

1 carota tagliata a bastoncini sottili
acqua e farina per una pastella liquida

mettere i bastoncini di carota a bagno nella pastella, poi friggerli in olio caldo (con la pastella non ho potuto provare il metodo Bertuzzi, mannaggia!)


A questo punto, comporre il panino, mettendo una foglia di insalata, le cipolle marinate tutte intorno, l'hamburger di salmone al centro, sopra la crema di avocado e sopra a tutto, la maionese, che deve un po' colare. Coprire con la metà superiore del panino e mordete l'estate!

Con questa ricetta partecipo alla sfida n. 49 dell'MTC

24 commenti:

  1. fortissimo il gusto tropicale, una boccata di cicciace freschezza, quel lime dev'essere una bomba di profumo, complimenti anche tu per me hai fatto centro!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so bene cosa voglia dire cicciace, ma me lo immagino e mi piace molto!

      Elimina
  2. Ecco..... mi piace tutto..ma quella maionese al lime mi resterà in testa finche non la riprodurrò..... a breve mi sa...brava Cecilia

    RispondiElimina
  3. E brava, questo mi piace veramente. Si capisce benissimo come il marito mugolasse :)
    (altro che cacciata....)
    :) :) :) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre troppo buono Corrado...ora ti chiamo per parlare di lievitazione ;)

      Elimina
  4. Ti proibisco ti parlare di "manifesta inferiorità" :) Fai parte dell'Mtc, mica cotiche!!! Qui siamo tutti alunnie ciò che sappiamo condividiamo. E' quello che caratterizza la community ed è il nostro punto forte. E ti sto parlando come concorrente prima e giudice poi. Ti confesso che quando ho iniziato a partecipare anche io la pensavo così, ma più conoscevo gli altri membri, più mi accorgevo che nessuno era snob, nessuno si metteva sul piedistallo, ma tutti eravamo e siamo allo stesso livello, nessuna invidia e nessuna gelosia. :)
    Ora passiamo alla ricetta, tu scrivi che non hai creatività, ma hai visto bene il panino che hai preparato? Io lo trovo spettacolare! Avocado, lime, cipolle marinate e salmone... mi sembra di stare ai tropici, seduta sulla spiaggia con un cocktail ghiacciato in una mano e questo panino nell'altra...e sì...relax totale!!!
    Bravissima Cecilia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Arianna bella, e ancora grazie per la ricetta dei buns, meravigliosissimi!!!

      Elimina
  5. Grazie a tutti dell'incoraggiamento!!!

    RispondiElimina
  6. Se ti può consolare, e per consolarti puoi anche andare a dare una occhiata (perchè e tutto documentato), le mie prime partecipazioni all'MTC erano penose. Un'ansia che non ti dico, un'incapacità tale che tu in confronto sei uno chef stellato. Proposte ridicole, foto penose, e via andare. Ma sono 4 anni che ci provo e credo nel frattempo di essere cresciuta proprio grazie all'insegnamento di questa incredibile scuola, capace di tirare fuori da ognuno di noi delle risorse incredibili.
    Smetti di sentirti così sii orgogliosa di quello che hai fatto e che farai, perchè il burger qui sopra la dice lunga della tua bravura.
    Un fortissimo abbraccio. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora quasi quasi appena ho un po' di tempo (vacanze, quando arrivate???) vado a curiosare, cara Patty, anche per darmi una spinta! Ma ora col tuo nuovo Manfrotto...fireworks!!!

      Elimina
  7. ma che bello 'sto burger e doveva essere pure ottimo! Perfettamente nelle mie corde, nei miei gusti. Non sei imbranata, anzi, hai fatto una ricetta perfetta e poi, scusami, il premio ciofeca e imbranataggine appartiene a me e Magali! Un bacione H&M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie davvero! Adesso aspetto il tuo burger, ti sentirò ancor più vicina quando lo commenterò!

      Elimina
  8. Grazie a tutte. Questa ricetta mi è piaciuta tantissimo, come mi sono piaciute tutte e dico tutte le ricette pubblicate. Bellissima sfida, grazie Arianna, soprattutto per la ricetta dei buns

    RispondiElimina
  9. Ciao Cecilia! Che splendida ricetta! La crema di avocado poi mi fa impazzire!!!!

    Colgo l’occasione per invitarti al mio nuovo contest “Creazioni in Kucina”, dove potrai partecipare con ricette vegetariane, etniche o lievitati. In palio splendidi regali totalmente realizzati a mano dalla mia amica Eleonora ERCreazioni. Ti lascio il link così puoi scoprire di che si tratta:
    http://www.kucinadikiara.it/2015/06/crezioni-in-kucina.html
    Un abbraccio e buona serata,
    Chiara

    RispondiElimina
  10. Poi mi chiedo dove stia di casa la tua "manifesta inferiorità"!
    Io questo hamburger lo ordinerei pure al ristorante, per dire.. con quella crema di avocado e quella maionese al lime, che devono essere divine.

    E se vuoi ti ricordo io di mettere l'immagine su Instagram :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulietta! Hai fatto bene a ricordarmelo! ;))

      Elimina
  11. Niente da dire in più su cosa già detto prima di me, in merito al tuo hamburger... (interessante) e ribadisco come non mai, che tutto ti viene sempre bene! Ceci...complimenti e vieni a trovarmi sul blog ogni tanto, sono graditi i tuoi commenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cucciola! Come stai! Hai ragione, ma se vedi quante ricette pubblico, puoi capire che il tempo a disposizione è davvero poco! Cmq mi rimetto in pari presto, un bacione a tutta la family, Rollie compreso!

      Elimina
  12. anche io sono convinta che l'mtc non sia una semplice sfida, ma è anche e soprattutto una scuola, in cui crescere e imparare. E i risultati si vedono. Me ne sono accorta il mese scorso, vedendo tutte le vostre proposte. Me ne rendo conto questo mese con questa sfida più complicata, ma gestita meravigliosamente. Io credo che tutti noi apportiamo qualcosa, in termini di idee, di emozioni e anche tu lo fai :) La maionese al lime ad esempio è una bella idea per me che sono in fissa coi lime da qualche mese :) e salmone e avocado sono sempre una bella garanzia di sapori :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito, se vuoi mettere il banner dell'MTC devi scaricare la foto del banner dal blog mtc, poi vai sulla voce design (che è in alto a destra). A sinistra della pagina ti troverai un elenco di voci, clicchi su layout. Ti si aprirà una pagina che è la struttura dek tuo blog. A questo punto in una delle colonnine c'è scritto aggiungi elemento (mi pare sia scritto elemento, ma comunque non puoi sbagliare perché ci trovi un +), clicchi e ti si apre una finestra, clicchi sulla voce immagine e ci carichi il banner e metti il link al blog mtc, poi salvi e chiudi :) tutto qui. Se hai problemi fammi sapere ;)

      Elimina
  13. il segreto dell'mtc è che siamo tutti un po' imbranati.
    Senza essere neanche un po' dottori,come direbbe Luca Carboni,a questo punto.
    E la madre di tutte gli imbranati sono io, che se mai ho ancora un campo dove attingere a piene mani è quello della dilagante imbecillità, peggiorata da questo procedere inverso,sui binari di un mondo che corre in avanti, con un neurone che, invece,va all'indietro.
    Epperò, se i prodotti di tutta questa imbranataggine sono le meraviglie che producete, ben venga,a maggior ragione se associata all'autoironia,alla lievità e al garbo che ti hanno reso da subito una delle sfidanti che più sono care a me e alla community.
    Se non ci credi, parliamo solo della maionese al lime :-)
    Bravissima!

    RispondiElimina
  14. Come sempre, anche questa volta, per non farmi condizionare, ma soprattutto per tentare di domare l'ansia da prestazione, arrivo solo ora a curiosare tre le compagne sfidanti...
    E scopro che abbiamo avuto la stessa idea: telepatia!!
    Ma che gustose le tue carotine!!!

    RispondiElimina